Aiutiamoli a casa loro? Una balla spaziale
di Vittorio Agnoletto
“Aiutarli a casa loro” per anni è stato lo slogan della destra. Ora è diventato il...Leggi tutto...
Chiedigli di Votare #StopCETA
#StopCETA: via alla mobilitazione permanente per bloccare la ratifica.
Il CETA è arrivato in Senato....Leggi tutto...
Umanisti, nonviolenti, antiliberisti: l'intervista
Umanisti, nonviolenti, antiliberisti: l'intervista a Tony Manigrasso, segretario nazionale del Partito Umanista a cura di Marco Piccinelli....Leggi tutto...
Attacco Usa in Siria: la voce del padrone
Come può essere definita la decisione del presidente USA di lanciare missili sul territorio siriano?
Il governo italiano appoggia...Leggi tutto...


Fine della democrazia - Persone in cerca di una via d'uscita nonviolenta 
(Comunicato Stampa di Mondo senza guerre Grecia - 2012/02/13)

Ieri eravamo presenti ad una delle più grandi manifestazioni degli ultimi 30 anni. Migliaia di persone si sono radunate nel primo pomeriggio a Piazza Syntagma affollando il centro della città. I nostri militanti erano presenti ad Atene e anche in diversi grandi città.

Per quanto riguarda Atene:
- condanniamo l'operazione di polizia che ha mirato a mantenere la folla il più lontano possibile da piazza Syntagma e dal Palazzo del Parlamento usando armi chimiche senza motivo;
- condanniamo tutte le azioni violente provocate da gruppi di violenti e la risposta dalla polizia. questa è la loro guerra, non la nostra;
- condanniamo la maggioranza all'interno del Parlamento che ha insistito nel votare il secondo Accordo (Mnimonio 2), nonostante ciò che stava accadendo al di fuori del Parlamento;
- condanniamo la distorsione della realtà da parte dei mass media tradizionali, che hanno riferito di 20,000-30,000 persone per le strade, mentre noi abbiamo assistito ad una enorme folla pacifica che ha resistito agli attacchi della polizia solamente rimanendo al proprio posto. Le stime più prudenti parlano di 700.000 persone.

È ovvio che tutti coloro che sono coinvolti in questa ondata di violenza galoppante che attraversa la Grecia (la polizia, i gruppi violenti e membri del parlamento) dovranno alla fine affrontare la parte sana della società. È anche evidente che i membri dello Stato, che continuano ad abusare delle istituzioni, non sembrano nemmeno preoccuparsi di come la storia li dipingerà. Ma noi non disprezzeremo le nostre vite. Cerchiamo modalità diverse di resistenza, massicce quanto questa manifestazione, ma che siano più efficaci e senza alcun segno di violenza.

Le troveremo di sicuro.

--------------------------------------

Termination of Democracy - People in search of a nonviolent way out
Press release World without wars in Greece - 13.02.2012

Yesterday we were present in one of the biggest demonstrations of the last 30 years. Thousands of people gathered early in the afternoon at Sintagma square and spread around covering the city center. Our members were present in Athens and also in several big cities.

Concerning Athens,
we condemn the police operation aiming at keeping the crowd as far away as possible from Sintagma square and the Parliament building using chemicals with no reason at all,
we condemn all violent actions provoked by riot groups and the police response to them. This is their war, not ours,
we condemn the wounded majority inside the Parliament who, regardless of what was happening outside the Parliament, kept on voting the second Agreement (Mnimonio 2),
we condemn the reality's distortion by the traditional Mass media, that were talking about 20.000-30.000 of people on the streets, wereas we witnessed a huge peaceful crowd resisting police attacks only by remaining in it's place. The most conservative estimations talk about 700.000 people.

It's obvious that everybody who is involved in this galloping wave of violence that runs through Greece (the police, the riot groups and members of the parliament) will finally have to face the healthy part of the society. It's also obvious that the members of the state, who keep on breaking institutions, don't even seem to care how history will treat them. However we will not contempt our own lives. We seek different ways of resistance, as massive as this demonstration was, but more effective ones and with no sign of violence at all.

We will definitely find them.
{fcomment}

Partito Umanista Italia © 2005 - 2014

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale del sito sono già impostati. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information