E' notizia di questi giorni l'ipotesi dell'FMI , che se si effettuasse un prelievo forzoso del 10% sulla ricchezza delle famiglie europee, si riuscirebbe a donare ai creditori quanto gli Stati hanno accumulato in debiti ulteriori tra oggi ed il 2007.
Ci chiediamo per quale ragione la BCE viene a chiedere a noi cittadini il 10% della nostra liquidità quando già per noi scarseggia, e avendone già "creata" a piene mani per le banche presenti nell'Euro Zona e ancora ne può creare!

La BCE negli ultimi anni, ha già generato 1 trilione di Euro per riempire i buchi del settore bancario, la Fed ha immesso 3 trilioni di dollari per sanare i buchi delle banche e lo stesso hanno fatto le banche centrali di altri Paesi: hanno immesso liquidità o tolto in concerto con i propri ministeri del Tesoro per permettere al "motore" dell'economia di rimanere sempre "oliato".

Solamente le banche centrali possono creare moneta, sia cartacea che digitale ad un costo effettivo bassissimo: inchiostro e carta per le banconote e praticamente nulla per addebitare i bit nei conti correnti. Al contrario, noi cittadini se stampiamo moneta o riusciamo a caricare bit sui nostri conti andiamo in galera!

Le banche centrali come la BCE per la Zona Euro e così vale per tutti gli altri centinaia di Stati nel mondo, ognuno con la propria banca centrale, possono immettere denaro se scarseggia per permettere che la domanda incontri l'offerta, ovvero per permettere all'economia di funzionare e fare in modo che non "grippi" per mancanza di liquidità. Il denaro in economia è come l'olio nel motore.

Se la BCE sceglierà di chiedere  il denaro a noi  cittadini anzichè immettere liquidità lei stessa sarà per una scelta politica, insensata e scellerata, che tra l'altro, si scontra criminosamente con le nostre necessità e vite umane.

Che ognuno faccia il proprio mestiere! Che le Banche Centrali e gli Stati regolino la quantità di liquidità in circolazione, evitando magari che ci siano fughe di capitali o venga distrutto denaro nei derivati e nei buchi neri bancari e delle multi-nazionali.
Che le Banche facciano le Banche e gli Stati proteggano i loro cittadini! Esigiamo come cittadini ed esseri umani di essere trattati come tali e non come delle merci da sfruttare e maltrattare senza minimo ritegno dei più elementari diritti umani.

Partito Umanista Italia © 2005 - 2014

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale del sito sono già impostati. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information